2017_2018

Fantasia, logica, creatività sono alla base dei Giochi Matematici ed evidenziano capacità a volte inespresse. Considerando l’entusiasmo manifestato nel corso degli anni, come anche i risultati ottenuti, il Liceo Scientifico accoglie e sostiene questa iniziativa quale esperienza significativa per la crescita e maturazione degli studenti.

Il 18 maggio 2018, nell’Auditorium del Liceo Banzi in Lecce, si è svolta la cerimonia di premiazione del 10° concorso “Giornalista per un giorno” promosso dal Panathlon Club con il patrocinio e la collaborazione di Ufficio Scolastico Provinciale, Provincia di Lecce, Città di Lecce e Ordine Giornalisti di Puglia.

       

La competizione, nel commemorare il compianto giornalista sportivo Sergio Vantaggiato, prematuramente e tragicamente deceduto a Parigi nel 2007, ha celebrato i valori eterni dello Sport ed ha invitato i giovani a riflettere sull’appassionante e difficile professione del giornalista. Argomento del concorso, infatti, è stata la redazione di un articolo a tema sportivo.

Gabriele Cuppone della VA del Liceo Scientifico ha saputo affrontare brillantemente la sfida,“conquistando” la decima posizione in graduatoria. Il suo articolo è stato positivamente valutato da una Commissione giudicatrice composta da giornalisti tra 132 elaborati.

Il nostro Liceale, emozionato e felice, ha ricevuto la targa di merito alla presenza di numerose Autorità istituzionali e del mondo sportivo.

Viaggio di istruzione effettuato a Barcellona insieme a 26 allievi dell'Istituto Tecnico Economico "G. Toniolo" di Manfredonia.
E' Stata una bellissima opportunità di crescita e di coesione sociale, un valido strumento per attuare una pedagogia interpersonale.
Si ringraziano: la Dirigente scolastica prof.ssa Emilia Fracella, le accompagnatrici proff. Antonella De Lorenzis e Maria Luisa Mastria, il Dirigente Scolastico prof. Pellegrino Iannelli e gli accompagnatori proff. Michele Rinaldi e Lino Gabriele per la preziosa collaborazione.
Il seguente video è stato realizzato dall’alunno Luca Bollino.

Pioggia di premi agli alunni della prof.ssa Vissicchio in diversi Certamen.

Lorenzo de Giorgi, classe 4A del Liceo Classico, si è classificato III alla IX edizione del certamen Latinum Monopolitanum che si è tenuto a Monopoli il 23 Marzo scorso.

 

Il Liceo Scientifico ricambia la visita alla Him Academy Public School-Hamirpur-India

 

Al via il secondo step del progetto di Educazione alla cittadinanza globale avviato lo scorso anno scolastico e che ha già visto un primo incontro fra i due partners presso il Liceo G. Galilei di Nardò.

Gli Studenti del Liceo Galilei “ Apprendisti Ciceroni”

Il Liceo Galileo Galilei di Nardò animerà le Giornate FAI 2018. Sabato 24 e Domenica 25 Marzo infatti tornano le “Giornate FAI di Primavera”, un’ iniziativa che si basa su una formula ormai collaudata e di successo nella quale gli studenti diventano “Apprendisti Ciceroni”. I ragazzi regalano il proprio tempo libero e si cimentano in un’esperienza di cittadinanza attiva. A Nardò quest’anno le giornate FAI saranno animate dagli Studenti delle classi Quinte del Liceo delle Scienze Umane. Due sono gli immobili storici della nostra Città selezionati nell’ambito dell’iniziativa: il Castello Acquaviva Personè, luogo simbolo della vita istituzionale della Città ma anche rilevante testimonianza d’interesse storico-artistico, e la chiesa di Santa Teresa. E’ questo un appuntamento che si ripete ogni anno e che, celebrando le bellezze del nostro Paese, rende arte e storia accessibili a tutti e fa sì che le comunità si riapproprino della loro identità storica e culturale.

Altre foto dell'evento nella sezione Photo Gallery

Servizio "gli aspiranti ciceroni" (lorasalento.it)

Ringraziamenti delegazione FAI Lecce


IL VIDEO

Nei giorni 16 e 17 Febbraio si è tenuto un incontro promosso dai Lions Club Lecce Messapia e Lions Club di Nardò sul tema "Uso e abuso di alcool e droghe". Sono intervenuti i relatori: dott. E. D'Ambrosio GIP Tribunale di Lecce, dott. Giacomo Greco tossicologo e OD Lions e il Luogotenente CC. Cav. Matteo De Luca.

La prevenzione si realizza attraverso "l'educazione", oggi la scuola ha insegnato a riflettere sulle droghe e sull'alcool. I relatori hanno saputo parlare ai nostri giovani in modo determinato, analitico. scientifico e perfino filosofico sui disastrosi danni psicologici, fisici e sociali che la tossicodipendenza procura, con immagini e video definiti dai giovani stessi "molto toccanti".

Il dott. G. Greco ha galvanizzato, per tutto il tempo, la loro attenzione e ha concluso dicendo che i giovani percepiscono la dipendenza come una patologia controllabile e si tende a sottovalutarla a scapito della prevenzione; credere nella prevenzione vuol dire credere che si possa arrivare in tempo per essere poi felici.

Altre foto dell'evento

 "Sì come dice lo Filosofo nel principio de la Prima Filosofia, tutti li uomini naturalmente desiderano di sapere". Dante apre il suo "Convivio" con questa affermazione di matrice aristotelica, alla quale è intrinsecamente connesso lo scopo della Notte Nazionale del Liceo Classico, che si è tenuta il 12 gennaio. Giunto ormai alla sua quarta edizione e nato dall'idea del Professore Rocco Schembra, questo momento accomuna più di 407 licei italiani.
Anche il Liceo Classico "G. Galilei" di Nardò ha accolto l'iniziativa, presentando al pubblico, dalle ore 18 e in contemporanea con le altre scuole italiane, le attività preparate: lettura, musica e teatro hanno accompagnato la serata all'insegna della conoscenza. Che sia personale o dell'altro, questo tema è stato da sempre affrontato dagli autori antichi. Proprio i classici, ancora una volta, sono nutrimento intellettuale e spirituale, una guida, uno scrigno da cui attingere i valori dell'accoglienza e del rispetto dell'altro. La lettura di passi in metrica, quasi scandita dalla pioggia di una serata di gennaio, ha evidenziato il valore dell'ospitalità e dello straniero, dando uno spiraglio di umanità a problemi che oggi sembrano di difficile soluzione.


" È bello che queste iniziative siano accolte con tanto slancio dalla scuola!", -dice una madre presente all'evento;
"Si è percepita la passione sia dei docenti che degli alunni stessi." -afferma il padre di una studentessa.
L'altra parte della serata é stata dedicata al tema della bellezza, accostata all'espressione perfetta della classicità. L'ammirazione per l'armonia artistica, musicale, ma anche la grazia e la sinuositá dei corpi classici sono state sapientemente presentate sia con la melodia del pianoforte e del violino, sia attraverso la sfilata di alcune studentesse in abiti tipicamente latini e greci.
"Abbiamo voluto dimostrare al pubblico che il presente proviene dal passato e che l'antichità è una rosa che mai appassisce, ma conserva sempre il profumo del nuovo." - dichiarano entusiasti gli studenti neretini.

Federica Rubino – classe III A liceo classico