La scuola è chiamata ad una delle sfide più impegnative della sua storia: creare percorsi inclusivi in grado di accogliere e valorizzare ciascuno studente e rispondere ad ogni tipo di bisogno educativo. Si rende perciò indispensabile una didattica orientata al riconoscimento e alla valorizzazione dei talenti che ogni ragazzo possiede, una didattica che miri a sviluppare negli studenti una maggiore consapevolezza di sé, delle proprie risorse e fragilità, che potenzi l’autostima e favorisca lo sviluppo di competenze emotive personali e sociali, una didattica realmente centrata sul discente.

Una metodologia che risponde a queste esigenze è la Didattica Laboratoriale: una strategia efficace per stimolare e potenziare la motivazione e per trasformare conoscenze e abilità in competenze significative spendibili in contesti reali.

L’impegno del Liceo “Galilei” di garantire il processo di inclusione si traduce ormai da anni in esperienze concrete, proposte formative, unità di apprendimento interdisciplinari, progetti di alternanza scuola-lavoro.

In questo contesto nasce il percorso intrapreso dall’ Indirizzo Scienze Umane che vede gli studenti delle classi I A e I B protagonisti consapevoli della Giornata Mondiale dedicata all’Autismo. La partecipazione alla manifestazione e al concorso sonoro organizzati il 2 Aprile 2019 dall’associazione “Amici di Nico” è stata occasione di approfondimenti teorici, riflessioni condivise sull’esperienza scolastica quotidiana e attività laboratoriali che hanno consentito la realizzazione di un prodotto multimediale e l’organizzazione di una esibizione pubblica.

Il significato e l’importanza di questa esperienza, che mira al riconoscimento della diversità come valore e delle differenze come risorsa, emerge in maniera chiara dalle parole dei ragazzi che hanno vissuto questi momenti con uno slancio e una partecipazione emotiva senza precedenti.

 

Una scuola inclusiva è una scuola che ama le diversità, sempre, tutte; è una scuola che accoglie in sé ogni colore e che in quei colori trova la sua ragione d’essere.

E’ una scuola in cui apprendere non vuol dire raggiungere tutti lo stesso traguardo, ma correre insieme, qualche volta seguendo percorsi diversi, facendo soste più lunghe o più brevi e, perché no, raggiungendo mete diverse.

Il 2 aprile 2019, la nostra Scuola si è vestita di blu per dare un senso vero a una giornata che nasce per ricordare al mondo che anche l’autismo ne fa parte.

Noi studenti di primo anno che, giorno dopo giorno, ci confrontiamo e ci arricchiamo della presenza in classe di un compagno speciale, abbiamo voluto, con le parole di una canzone e con i gesti semplici ma profondi di una coreografia, raccontare la nostra esperienza, esprimere il nostro affetto per un amico prezioso e insostituibile, dimostrando che la vera uguaglianza nasce dal rispetto e dalla valorizzazione della diversità e che ogni differenza è una grande e inesauribile ricchezza.

Così la giornata mondiale della consapevolezza dell’autismo si è trasformata per noi nella giornata della condivisione, dell’amicizia vera.

Nell’ atmosfera magica di una splendida mattina di primavera abbiamo vinto ogni inconsapevole paura e ci siamo sentiti parte integrante di un mondo affascinante quanto sconosciuto.

Musiche, danze, canzoni, ci hanno coinvolti in un unico grande sogno, quello che ad ogni colore sia concesso di brillare, il blu come ogni altro.

Ci auguriamo che a vincere sia stato il nostro sogno, non solo la nostra canzone. 

I A e I B Liceo Scienze Umane